I nematodi nel suolo

Biocontrollo dei nematodi fitoparassiti
Formato:
Prodotto non disponibile

Spedizione gratuita per ordine sopra i 19 euro

18 App Carta Docente
Questo articolo è acquistabile con il Bonus Cultura e con il Bonus Carta del Docente
Descrizione
I nematodi sono gli animali più diffusi sulla terra, vivono in tutti gli ambienti e a tutte le latitudini; assumono inoltre un ruolo importante nei processi di decomposizione della sostanza organica e nel riciclo dei nutrienti nel suolo, del cui stato di salute rappresentano degli eccellenti bioindicatori ambientali, in grado di fornire informazioni sulla sanità, sulla stabilità e sui cambiamenti dell’ecosistema agrario. Un altro gruppo di specie, i nematodi fitoparassiti, si nutre invece di piante spontanee e coltivate, producendo danni devastanti sia direttamente che indirettamente favorendo funghi, batteri e virus.  Nel volume, oltre alla descrizione dei vari gruppi di nematodi, vengono trattate tecniche di controllo dei nematodi fitoparassiti a basso impatto ambientale, senza l’utilizzo della chimica di sintesi, introducendo anche l’uso dei microrganismi benefici registrati e in corso di studio. Il testo propone un approfondimento sull’uso dei nematodi entomopatogeni per il biocontrollo degli insetti. Indice: Conosciamo i nematodi: i nematodi fitoparassiti - Tecniche di controllo dei nematodi fitoparassiti a basso impatto ambientale - Antagonisti di nematodi e controllo biologico - Biocontrollo dei nematodi fitoparassiti mediante microrganismi nematofagi registrati in Italia - Utilizzo dei nematodi entomopatogeni in agricoltura - I nematodi a vita libera del suolo e loro utilità come bioindicatori - Tecniche molecolari per la diagnosi di nematodi fitoparassiti - Limiti, esigenze di ricerca e prospettive future nell’impiego degli agenti di controllo biologico dei fitonematodi. Gli autori: Aurelio Ciancio, Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante-CNR, Bari | Mirella Clausi, Dipartimento di Scienze Biologiche Geologiche e Ambientali, Università di Catania | Giovanna Curto, Settore Fitosanitario Regione Emilia-Romagna, Bologna | Giada D’Errico, Università di Napoli Federico II, Dipartimento di Agricoltura | Elisabetta Dallavalle, Agronomo fitopatologo, Bologna | Francesca De Luca, Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante-CNR, Bari | Elena Fanelli, Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante-CNR, Bari | Silvia Landi, CREA- Centro di ricerca Difesa e Certificazione, Firenze | Barbara Manachini, Scienze Agrarie, Alimentari e Forestali, Università degli Studi di Palermo | Catello Pane, CREA-Centro di Ricerca Orticoltura e Florovivaismo, Pontecagnano Faiano (SA) | Vincenzo Michele Sellitto, agronomo, accademico dei Georgofili, Università di Timisoara | Eustachio Tarasco, Dipartimento di Scienze del Suolo, della Pianta e degli Alimenti, Università di Bari, Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante-CNR, Bari | Alberto Troccoli, Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante-CNR, Bari Alessio Vovlas, Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante-CNR, Bari. ___________________________________________________________________________________________ Se desideri approfondire ulteriormente l'argomento sono disponibili i contenuti del webinar che si è tenuto il 27/06/23 in occasione della Giornata Mondiale del Microbioma avente come focus "I nematodi in agricoltura"
Dettagli
Edizione1
Data pubblicazione06/2023
Pagine202
RilegaturaBrossura
Isbn978-88-506-5648-6
I nematodi sono gli animali più diffusi sulla terra, vivono in tutti gli ambienti e a tutte le latitudini; assumono inoltre un ruolo importante nei processi di decomposizione della sostanza organica e nel riciclo dei nutrienti nel suolo, del cui stato di salute rappresentano degli eccellenti bioindicatori ambientali, in grado di fornire informazioni sulla sanità, sulla stabilità e sui cambiamenti dell’ecosistema agrario. Un altro gruppo di specie, i nematodi fitoparassiti, si nutre invece di piante spontanee e coltivate, producendo danni devastanti sia direttamente che indirettamente favorendo funghi, batteri e virus.  Nel volume, oltre alla descrizione dei vari gruppi di nematodi, vengono trattate tecniche di controllo dei nematodi fitoparassiti a basso impatto ambientale, senza l’utilizzo della chimica di sintesi, introducendo anche l’uso dei microrganismi benefici registrati e in corso di studio. Il testo propone un approfondimento sull’uso dei nematodi entomopatogeni per il biocontrollo degli insetti. Indice: Conosciamo i nematodi: i nematodi fitoparassiti - Tecniche di controllo dei nematodi fitoparassiti a basso impatto ambientale - Antagonisti di nematodi e controllo biologico - Biocontrollo dei nematodi fitoparassiti mediante microrganismi nematofagi registrati in Italia - Utilizzo dei nematodi entomopatogeni in agricoltura - I nematodi a vita libera del suolo e loro utilità come bioindicatori - Tecniche molecolari per la diagnosi di nematodi fitoparassiti - Limiti, esigenze di ricerca e prospettive future nell’impiego degli agenti di controllo biologico dei fitonematodi. Gli autori: Aurelio Ciancio, Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante-CNR, Bari | Mirella Clausi, Dipartimento di Scienze Biologiche Geologiche e Ambientali, Università di Catania | Giovanna Curto, Settore Fitosanitario Regione Emilia-Romagna, Bologna | Giada D’Errico, Università di Napoli Federico II, Dipartimento di Agricoltura | Elisabetta Dallavalle, Agronomo fitopatologo, Bologna | Francesca De Luca, Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante-CNR, Bari | Elena Fanelli, Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante-CNR, Bari | Silvia Landi, CREA- Centro di ricerca Difesa e Certificazione, Firenze | Barbara Manachini, Scienze Agrarie, Alimentari e Forestali, Università degli Studi di Palermo | Catello Pane, CREA-Centro di Ricerca Orticoltura e Florovivaismo, Pontecagnano Faiano (SA) | Vincenzo Michele Sellitto, agronomo, accademico dei Georgofili, Università di Timisoara | Eustachio Tarasco, Dipartimento di Scienze del Suolo, della Pianta e degli Alimenti, Università di Bari, Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante-CNR, Bari | Alberto Troccoli, Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante-CNR, Bari Alessio Vovlas, Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante-CNR, Bari. ___________________________________________________________________________________________ Se desideri approfondire ulteriormente l'argomento sono disponibili i contenuti del webinar che si è tenuto il 27/06/23 in occasione della Giornata Mondiale del Microbioma avente come focus "I nematodi in agricoltura"
Edizione:1
Pagine:202
Rilegatura:Brossura
Isbn:978-88-506-5648-6
Data pubblicazione:06/2023
Estratto file:Scarica
Estratto descrizione:Estratto
Immagine copertina I microrganismi utili in agricoltura

I microrganismi utili in agricoltura

La microbiologia applicata ai processi agricoli è ormai una scienza depositaria di un ricco patrimonio di dati scientifici e di esperienze pratiche relative alle colture in diversi sistemi ...
Promo
-5%
34,68 €36,50 €
Immagine copertina Microalghe (e Cianobatteri)

Microalghe (e Cianobatteri)

L'obiettivo di questo volume, dedicato al mondo delle alghe, è quello di approfondire l'uso dei microrganismi fotosintetici partendo dal suolo e dal suo microbioma. Oltre a descrivere le più ...
Promo
-5%
24,70 €26,00 €
Immagine copertina Microbioma

Microbioma

L’obiettivo del volume è quello di introdurre il concetto di microbioma all’interno di un nuovo paradigma in cui il suolo è considerato un organismo vivo in un ecosistema agrario totalmente ...
38,00 €
Immagine copertina La nuova agricoltura

La nuova agricoltura

Coltivare con la nuova Pac In questa nuova edizione, si approfondiscono, anche presentando un'appendice pratica di sintesi, le novità della nuova PAC 2015-2020 e cosa cambia per l'agricoltore, trattando in articolare le problematiche del greening e dei sostegni accoppiati. Su questa base vengono esaminate le colture che possono trarre vantaggio dalle nuove misure come la colza, l'erba medica, il girasole, la soia. Seguendo il filo conduttore del volume, si parla anche di nuove prospettive commerciali per alcune colture come il sorgo o alcune varietà di cereali autunno-vernini, di innovazione per l'irrigazione e dei nuovi droni con le loro capacità nel contribuire ad una buona gestione dell'azienda agricola, in particolare per conciliare alta produttività e ambiente. Resta naturalmente invariato, il contributo redazionale di numerosi autori specializzati e la collaborazione con le principali società produttrici di mezzi tecnici che hanno fornito informazioni di grande interesse pratico e hanno contribuito a disegnare quel quadro di stimolo per gli agricoltori che desiderano esplorare nuove strade per prepararsi alla domanda esercitata dai nuovi mercati. Indice: Introduzione: come essere vincenti sulla terra e nel mercato - La gestione virtuosa del terreno - I nuovi sistemi di semina per il mais - La fertilità del terreno e la concimazione - La gestione sostenibile degli agrofarmaci - L'uso razionale e mirato dell'irrigazione - Coltivare pensando - Raccomandazioni conclusive.
di Roberto Bartolini
Promo
-5%
14,25 €15,00 €
Immagine copertina Chimica e fertilità del suolo

Chimica e fertilità del suolo

Il manuale offre un approccio scientifico al tema della fertilità del suolo, dedicato agli studenti universitari che approcciano la materia e agli studiosi. Il testo, dopo aver illustrato le caratteristiche chimiche, fisiche e biologiche del suolo, unico mezzo per la crescita ottimale delle piante, fornisce informazioni sui rapporti tra acqua e suolo e sulla qualità dell’acqua da irrigazione, analizza il ciclo biogeochimico dei nutrienti nel loro ruolo e nella loro dinamica, compara le tecniche di fertilizzazione, valuta i metodi d’analisi per la stima del fabbisogno nutrizionale delle diverse colture. La trattazione è corredata di molte figure e tabelle che riportano i risultati di rigorose indagini apparse nella letteratura scientifica più recente. Indice: La fertilità del suolo - I componenti minerali del suolo - Gli scambiatori inorganici di ioni - Sostanza organica e humus - Biocomunità ed ecologia del suolo - Proprietà fisiche del suolo - L'acqua del suolo: caratteristiche e comportamento - L'irrigazione - Valutazione dell'idoneità dell'acqua da utilizzare per l'irrigazione - L'aerazione del suolo - I suoli acidi - I suoli neutri e moderatamente alcalini - I suoli salini, salino-sodici e sodici - Ruolo, disponibilità e dinamica dei nutrienti - Il ciclo biogeochimico dell'azoto - Il ciclo biogeochimico del fosforo - Il ciclo biogeochimico dello zolfo - Il ciclo biogeochimico del potassio - Il ciclo biogeochimico del calcio - Il ciclo biogeochimico del magnesio - Il ciclo biogeochimico dei micronutrienti - Il ciclo biogeochimico degli elementi benefici - Fertilizzanti e fertilizzazione - I concimi azotati - I concimi fosfatici - I concimi potassici - I concimi organo-minerali - Ammendanti e correttivi - Tecniche e aspetti generali della fertilizzazione - La valutazione della fertilità del suolo - L'agricoltura sostenibile - La qualità del suolo.
di Pietro Violante
Promo
-5%
33,25 €35,00 €
Immagine copertina Fertilizzazione sostenibile

Fertilizzazione sostenibile

Fertilizzare in modo sostenibile è oggi una sfida complessa che si confronta con stringenti vincoli ambientali ed economici. La sfida è raccolta da un gruppo di specialisti dell'agronomia, della scienza delle coltivazioni e del suolo, esperti di meccanica agraria e del mercato dei fertilizzanti che coordinano i loro sforzi per illustrare quali sono i moderni obiettivi qualitativi e produttivi della fertilizzazione e come si realizza la fertilizzazione integrata. Per la prima volta il tema è illustrato in riferimento ad un'ampia gamma di colture erbacee e foraggere, orticole, frutticole e alla viticoltura. Sono presentati principi e logiche che portano a prevedere il bilancio degli elementi nutritivi per poi passare al piano di concimazione, illustrato e quantificato in numerosi esempi applicabili a sistemi colturali convenzionali biologici. Indice: Introduzione e presentazione dell'opera - Fertilizzanti: commodities e nuove tipologie - Effluenti zootecnici - Ammendanti - Fertilità del suolo e disponibilità dei nutrienti - Controllo della reazione del suolo - Bilancio della sostanza organica nel suolo - Distribuzione dei fertilizzanti - Fertilizzazione dei sistemi cerealicolo-industriali - Fertilizzazione dei sistemi colturali foraggero-zootecnici - Fertilizzazione dei sistemi colturali orticoli in piano campo - La fertilizzazione nei sistemi colturali fuori suolo - Fertilizzazione dei sistemi colturali frutticoli - Fertilizzazione dei sistemi viticoli.  Gli autori: Gianfranco Airoldi, Università degli Studi di Torino | Mariano Alessio Vernì, SILC Fertilizzanti, Ravenna | Davide Assandri, Università degli Studi di Torino | Paolo  Balsari, Università degli Studi di Torino | Lorenzo Barbanti, Alma Mater Studiorum, Università degli Studi di Bologna | Luigi Bavaresco, Università Cattolica del Sacro Cuore, Piacenza | Eleonora Bonifacio, Università degli Studi di Torino | Manuela Casale, Università degli Studi di Torino | Luciano Cavani, Alma Mater Studiorum, Università degli Studi di Bologna | Luisella Celi, Università degli Studi di Torino | Claudio Ciavatta, Alma Mater Studiorum, Università degli Studi di Bologna | Mariangela Diacono, Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’analisi dell’economia agraria, Unità di Ricerca per i Sistemi Colturali degli Ambienti caldo-aridi, Bari | Matteo Gatti, Università Cattolica del Sacro Cuore, Piacenza | Carlo Grignani, Università degli Studi di Torino | Paolo Mantovi, Centro Ricerche Produzioni Animali S.p.A., Reggio Emilia | Claudio Marzadori, Alma Mater Studiorum, Università degli Studi di Bologna | Francesco Montemurro, Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’analisi dell’economia agraria, Unità di Ricerca per i Sistemi Colturali degli Ambienti caldo-aridi, Bari | Silvana Nicola, Università degli Studi di Torino | Carlo Nicoletto, Università degli Studi di Padova | Francesca Perazzolo, Università degli Studi di Milano | Giuseppe Pignata, Università degli Studi di Torino | Giorgio Mario Provolo, Università degli Studi di Milano | Paolo Sambo, Università degli Studi di Padova | Francesca Scandellari, Libera Università degli Studi di Bozen-Bolzano | Massimo Tagliavini, Libera Università degli Studi di Bozen-Bolzano | Moreno Toselli, Alma Mater Studiorum, Università degli Studi di Bologna | Alberto Vercesi, Università Cattolica del Sacro Cuore, Piacenza | Giampaolo Zanin, Università degli Studi di Padova | Laura Zavattaro, Università degli Studi di Torino.
di Carlo Grignani
Promo
-5%
45,60 €48,00 €
Immagine copertina Graminacee, ciperacee ed equiseti nelle colture agrarie

Graminacee, ciperacee ed equiseti nelle colture agrarie

Questo testo-atlante è organizzato in 3 sezioni (Graminacee, Ciperacee ed Equiseti) nelle quali le singole specie sono descritte in schede analitiche in cui se ne riassumono le caratteristiche botaniche principali, i sistemi di classificazione, le famiglie e per le piante segetali i principali areali d'interesse e le eventuali particolarità e similitudini morfologiche. Lo scopo è offrire uno strumento d'identificazione aggiornato delle diverse specie spontanee e per questo il volume è basato essenzialmente su una dettagliata documentazione fotografica delle piante in campo anche nei diversi stadi di sviluppo. La sezione prevalente è quella delle Graminacee divisa in 4 parti consultabili anche singolarmente. A specifico uso dei tecnici, si propongono 6 Atlanti specializzati dei diversi stadi vegetativi (infiorescenze e spighette, propaguli riproduttivi, piantine con 1-2 foglie sviluppate, piantine con 3-4 foglie, piante accestite e piante in levata) corredati da semplici chiavi introduttive, per facilitare l'individuazione della specie da identificare attraverso il confronto tra il campione e i singoli elementi di distinzione. Una sezione breve di botanica permette allo studente e all'appassionato di focalizzarsi sulla conoscenza dei comportamenti complessivi delle piante e dei loro costituenti principali (radici, fusti, foglie, fiori, frutti e semi) dal punto di vista strutturale, nelle varie fasi di crescita. Indice: Le graminacee infestanti delle colture italiane - Le graminacee: i nomi e le classificazioni - I generi e le specie segetali - Atlante delle specie segetali - Atlante delle specie ruderali - La durata della vita e le Forme biologiche - Il fiore e le infiorescenze delle graminacee - Dall'ovulo alla cariosside - La disseminazione e la dispersione del seme nell'ambiente - Gli organi vegetativi: radice, fusto e foglie - Dal seme alla plantula - Delle piante accestite - Dall'accestimento alla spigatura - Atlante delle infiorescenze e delle spighette - Atlante dei propaguli riproduttivi - Atlante delle piantine con 1-2 foglie sviluppate - Atlante delle piantine con 3-4 foglie - atlante delle piante accestite - Atlante delle piante in levata - La famiglia delle Ciperacee - Atlante delle Ciperacee - Gli equiseti - Atlante degli equiseti.
di Pasquale Viggiani
Promo
-5%
53,20 €56,00 €
Immagine copertina Le dicotiledoni nelle colture agrarie

Le dicotiledoni nelle colture agrarie

Questo testo-atlante, diviso in 4 parti consultabili anche singolarmente, tratta le diverse specie di erbe dicotiledoni diffuse nelle principali colture agrarie e in altri ambienti come per esempio prati, fossi e bordi strade. Lo scopo è offrire uno strumento d'identificazione aggiornato delle diverse specie spontanee e per questo il volume è basato essenzialmente su una dettagliata documentazione fotografica delle piante in campo, anche nei diversi stadi di sviluppo. Le singole specie sono organizzate innanzitutto in schede analitiche in cui se ne riassumono le caratteristiche botaniche principali, i sistemi di classificazione, le famiglie e per le piante segetali i principali areali d'interesse e le eventuali particolarità e similitudini morfologiche. A specifico uso dei tecnici, si propongono in altra parte, 5 Atlanti specializzati (fiori, frutti, semi, plantule e piante giovani) corredati da semplici chiavi introduttive, per facilitare l'individuazione della specie da identificare attraverso il confronto tra il campione e i singoli elementi di distinzione morfologica. Una sezione breve di botanica permette allo studente e all'appassionato di focalizzarsi sulla conoscenza pratica dei fenomeni che sono alla base della variabilità insita nelle diverse specie. Indice: La vegetazione infestante in Italia - Le dicotiledoni: i nomi e le classificazioni - Le famiglie e i generi - Atlante delle specie segetali - Atlante delle specie ruderali - La durata della vita e le Forme biologiche - Il fiore - Il frutto - Dall'ovulo alla disseminazione - Dal seme alla pianta adulta - Caratteristiche particolari - Atlante dei fiori - Atlante dei frutti - Atlante dei semi - Atlante delle plantule - Atlante delle piante giovani.
di Pasquale Viggiani
Promo
-5%
64,60 €68,00 €
Immagine copertina Suolo e qualità dell’ambiente

Suolo e qualità dell’ambiente

Questo libro vuole costituire una guida per quanti sono interessati alla conoscenza della qualità dell’ambiente e alla valutazione dei rischi che ad esso possono derivare da un non adeguato esercizio della pratica agricola, dalla modificazione globale del clima, dalla contaminazione che consegue prevalentemente alle attività antropiche.
di Pietro Violante
Promo
-5%
27,55 €29,00 €
Immagine copertina Agricoltura di precisione

Agricoltura di precisione

L'agricoltura richiede innovazioni per incrementare le rese produttive in termini quantitativi e qualitativi, ma anche per aumentare l'efficienza nella gestione delle risorse. E' necessario ridurre l'impatto ambientale ed i costi di produzione, in un contesto di cambiamenti climatici e di globalizzazione dei mercati. Il libro illustra le tecnologie e le strategie gestionali dell'agricoltura di precisione applicate alle produzioni vegetali, quale insostituibile supporto per affrontare queste sfide, adattando la gestione agronomica alla variabilità nello spazio e nel tempo dei sistemi colturali e del suolo. Viene fornito un quadro aggiornato dei metodi per rilevare, analizzare  e gestire la variabilità spaziale e temporale, sfruttando le tecnologie esistenti: dal telerilevamento ai sistemi di mappatura delle rese, dai droni alle applicazioni a rateo variabile. Indice: Introduzione - Sistemi informativi aziendali ed agricoltura di precisione - La gestione della variabilità spaziale e temporale nell'agricoltura di precisione. Introduzione alla geostatistica - Il telerilevamento in agricoltura di precisione - Piattaforme a controllo remoto e robotiche per il monitoraggio e la gestione delle colture - Sensori e metodi per rilievi prossimali delle proprietà del suolo e della coltura - Sistemi di posizionamento globale e sistemi di guida delle macchine agricole - I sistemi di mappatura delle produzioni - Modelli di simulazione in agricoltura di precisione - Valutazione economica dell'agricoltura di precisione - Lavorazioni variabili del terreno e semina a dose variabile - La fertilizzazione di precisione - Irrigazione di precisione - Trattamenti fitosanitari in agricoltura di precisione - Applicazioni ai sistemi colturali erbacei ed ortivi di pieno campo - Applicazioni alla viticoltura ed altre colture arboree. Gli autori: Gianfranco Airoldi, Università degli Studi di Torino | Paolo Balsari, Università degli Studi di Torino | Bruno Basso, Michigan State University, East Lansing, Michigan (USA) | Mirco Boschetti, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto per il Rilevamento Elettromagnetico dell’Ambiente (IREA), Milano | Gabriele Buttafuoco, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto per i Sistemi Agricoli e Forestali del Mediterraneo (ISAFOM), Rende (CS) | Aldo Calcante, Università degli Studi di Milano | Davide Cammarano, James Hutton Institute, Dundee, Gran Bretagna | Raffaele Casa, Università degli Studi della Tuscia | Fabio Castaldi, Georges Lemaître Centre for Earth and Climate Research, Université Catholique de Louvain (UCL), Louvain-la-Neuve, Belgio | Annamaria Castrignanò, Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria, Centro di Ricerca Agricoltura e Ambiente, Bari | Alberto Crema, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto per il Rilevamento Elettromagnetico dell’Ambiente (IREA), Milano | Anna Dalla Marta, Università degli Studi di Firenze | Massimiliano De Antoni Migliorati, Queensland University of Technology, Institute for Future Environments, Brisbane, Australia | Daniela De Benedetto, Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria, Centro di Ricerca Agricoltura e Ambiente, Bari | Salvatore Filippo Di Gennaro, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto di Biometeorologia (IBIMET), Firenze | Angelo Frascarelli, Università degli Studi di Perugia | Massimo Lazzari, Università degli Studi di Milano | Riccardo Lisci, Università degli Studi di Firenze | Pasquale Losciale, Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria, Centro di Ricerca Agricoltura e Ambiente, Bari | Marco Mancini, Università degli Studi di Firenze | Luigi Manfrini, Alma Mater Studiorum Università di Bologna | Francesco Marinello, Università degli Studi di Padova | Alessandro Matese, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto di Biometeorologia (IBIMET), Firenze | Fabrizio Mazzetto, Facoltà di Scienze e Tecnologie, Libera Università di Bolzano | Francesco Morari , Università degli Studi di Padova | Daniele Nardi, Università La Sapienza, Roma | Francesco Nutini, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto per il Rilevamento Elettromagnetico dell’Ambiente (IREA), Milano | Roberto Oberti, Università degli Studi di Milano | Simone Orlandini, Università degli Studi di Firenze | Simone Pascucci, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto di Metodologia per l’Analisi Ambientale (IMAA), Potenza | Andrea Pezzuolo, Università degli Studi di Padova | Stefano Pignatti, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto di Metodologia per l’Analisi Ambientale (IMAA), Potenza | Michele Pisante, Università degli Studi di Teramo | Ciro Potena, Università La Sapienza, Roma | Simone Priori, Consiglio per la Ricerca in Agricoltura  e l’Analisi dell’Economia Agraria (CREA), Centro di ricerca per l’Agrobiologia e la Pedologia, Firenze | Michael Riedl, Fraunhofer Innovation Engineering Center, Bolzano | Marco Rimediotti, Università degli Studi di Firenze | Pasqualina Sacco, Fraunhofer Innovation Engineering Center, Bolzano | Daniele Sarri, Università degli Studi di Firenze | Luigi Sartori, Università degli Studi di Padova | Anna Maria Stellacci, Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” | Paolo Tarolli, Università degli Studi di Padova | Marco Vieri, Università degli Studi di Firenze | Massimo Vincini, Università Cattolica del Sacro Cuore, Piacenza.
di Raffaele Casa
Promo
-5%
43,70 €46,00 €
Immagine copertina Piante infestanti di risaie e canali

Piante infestanti di risaie e canali

Questo testo-atlante, diviso in cinque parti, ha lo scopo di offrire uno strumento di identificazione aggiornato delle erbe infestanti che si trovano nelle risaie e nei canali. Il volume è basato essenzialmente su una dettagliata documentazione fotografica e sulla descrizione puntuale delle diverse specie nei vari stadi vegetativi. Ad una prima parte, dove sono elencate i sistemi di coltivazione del riso (Cap. 1) e le specie infestanti diffuse in Italia e nel resto del mondo (Cap. 2), segue una seconda parte dove si riconoscono le specie dal punto di vista botanico (Cap. 3), dal modo di proteggere i propaguli vegetativi (Cap. 4) e, in forma iconografica con disegni originali, dai loro ambienti di diffusione (Cap. 5). Nella Parte terza si fa conoscenza con le specie che frequentano le risaie allagate sin dalla semina (Cap. 6) e di quelle che si sviluppano nelle situazioni di se-mina in asciutta ed irrigazione successiva (Cap. 7). Sono, inoltre (Cap. 8), descritte le specie che si trovano nei canali collettori delle camere delle risaie e di altri sistemi colturali e della viabilità ordinaria. Nella quarta parte, particolarmente importante per i tecnici del settore, sono riportati i principi di identificazione delle piante giovani (Cap. 9), originate da seme o da strutture perennanti (rizomi, bulbi, ecc.). Nel Cap. 10 di questa parte sono riportate le immagini che permettono di evidenziare le differenze tra quelle specie che a prima vista sembrano uguali fra loro. Chiude il testo la parte quinta dove le piante sono nominate con i vari linguaggi (binomi latini, nomi volgari italiani e in alcune altre lingue straniere) e per mezzo dei codici EPPO conosciuti universalmente dai tecnici del settore. Indice:  Cenni sui sistemi di coltivazione del riso - Flora avventizia delle risaie italiane e del resto del mondo - Chiavi botaniche di identificazione - Protezione dei propaguli riproduttivi e adattamenti alla vita acquatica - Le piante del sistema risaia: iconografi ae ambienti di diffusione - Atlante delle specie diffusa in risaia con semina in acqua  e sommersione permanente - Atlante delle specie diffusa in risaia con semina in asciutta e irrigazione turnata - Atlante delle specie di canali - Identificazione delle piante e delle piante giovani - Similitudini per immagini
di Pasquale Viggiani, Maurizio Tabacchi
Promo
-5%
39,90 €42,00 €
Immagine copertina Sementi

Sementi

Questo libro, diviso in cinque parti, riassume le conoscenze di base sulla biologia del seme, sulla produzione e lavorazione delle sementi e sulla normativa che ne regola la certificazione e commercializzazione. Nel dettaglio, la prima parte descrive la struttura e biologia del seme, la seconda gli aspetti agronomici delle colture per la produzione di semente, la terza gli aspetti meccanici per la selezione e conservazione delle sementi soffermandosi poi sui diversi trattamenti di concia e priming per la difesa dai parassiti e l’aumento del vigore germinativo. La quarta parte descrive tutti gli aspetti commerciali e normativi del settore, incluse le metodiche di analisi delle sementi. La quinta ed ultima parte descrive la produzione delle sementi di alcune specie erbacee ed orticole, dalla coltivazione in campo alla lavorazione nello stabilimento di selezione. Indice: Struttura del seme - Aspetti biologici del seme - Fattori ecologici della produzione - Zone di produzione delle sementi in Italia - Fattori agronomici della produzione - Tecnologia delle sementi - Conservazione delle sementi - Normative per la produzione e il commercio delle sementi - Analisi delle sementi - Frumento (Triticum spp.) - Mais (Zea mays l.) - Barbabietola da zucchero (Beta vulgaris var. saccharifera L.) - 13. Girasole (Helianthus annuus L.) - Carota (Daucus carota L.) - Cipolla (Allium cepa L.) - Erba medica (Medicago sativa L.) - Graminacee foraggere.
di Egidio Ciriciofolo, Paolo Benincasa
Promo
-5%
33,25 €35,00 €
Immagine copertina Orticoltura

Orticoltura

In Italia l’orticoltura, in particolare quella di pien'aria, costituisce un settore produttivo molto articolato sotto il profilo delle specie, degli ambienti, delle tecniche e dei metodi utilizzati, nonché della destinazione del prodotto e dei contesti agronomici, economici e sociali nei quali è esercitata. Il libro, destinato agli studenti dei corsi di laurea di I livello, affronta tutti gli argomenti relativi alla propagazione, coltivazione, miglioramento genetico e conservazione degli ortaggi, senza tralasciare le colture protette e i sistemi di coltivazione senza suolo. Nella parte speciale sono inquadrate le principali colture orticole, raggruppate per famiglia botanica, esponendo l’inquadramento botanico, l’origine e la diffusione, il ciclo biologico, la morfologia, la biologia fiorale, la coltivazione, le tipologie varietali, le principali avversità, l’utilizzazione e la qualità dei prodotti. L’obiettivo è mettere in risalto le differenze o i tratti comuni dei gruppi di specie per avviare lo studente allo studio critico. Con lo stesso obiettivo ogni capitolo è stato corredato di riferimenti bibliografici essenziali, schede e box per approfondire aspetti rilevanti o singolari e domande di verifica basate sui punti chiave di ciascun capitolo. Indice: Scenario di riferimento - Fisiologia della produzione delle colture ortive - Miglioramento genetico delle specie ortive - Propagazione delle specie orticole - Orticoltura di pieno campo - Irrigazione delle colture ortive a terra - Fertilizzazione delle colture ortive a terra - Fitoregolatori e biostimolanti - Colture protette - I sistemi di coltivazione fuori suolo - Fisiologia  e tecnologia postraccolta degli ortaggi - Classificazione degli ortaggi - Apiacee - Asteracee - Brassicacee - Chenopodiacee - Cucurbitacee - Fabacee - Lamiacee - Liliacee - Solanacee. Volume realizzato in collaborazione con SOI (Società di Ortofrutticoltura Italiana)
di Alberto Pardossi, Giorgio Prosdocimi Gianquinto, Pietro Santamaria, Luca Incrocci
Promo
-5%
41,80 €44,00 €