L’azienda etica non è un’utopia: io l’ho realizzata
“Love and business”, la rivoluzione dell’imprenditore che si ispira a Olivetti

Invece di licenziare i dipendenti. si è ridotto per primo lo stipendio per tenerli tutti e ne ha assunti altri. Ha voluto che ognuno di loro fosse apprezzato, rispettato, libero di dare il meglio di sé e cha a casa, dopo il lavoro, tornasse sereno e appagato di quello che aveva fatto in fabbrica. E nel giro di pochi anni ha portato quella fabbrica. E nel giro di pochi anni ha portato quella fabbrica, dall’orlo del fallimento, a triplicare il fatturato, aumentare gli occupati e avere uno stabilimento in più.
Non è la trama di un sogno nè il ricordo di un grande idealista e industriale come Adriano Olivetti, ma la storia vera di un manager di oggi: Sergio Casella, 50 anni, di Borgo a Mozzano, da nove a capo della Paper Converting di Diecimo, azienda di macchinari per cartiere e cartotecniche del tissue che fa parte della Barry-Weh-miller Company, fruppo statunitense con 7.000 dipendenti in tutto il mondo e dal fatturato annuo di oltre 1 miliardo e 600 milioni di dollari. [Continua a leggere]

Data Recensione: 2014-07-28

Dettagli

  • Testata: Il Tirreno
  • Data: 07/28/2014