logo

Update in Ortopedia e Traumatologia

146,40

Destinatario del corso
*
*
*
*

Offerte

Vantaggi

PIANO FORMATIVO ECM 2020: i moduli sono pubblicati progressivamente sulla rivista "Ortopedici e sanitari" e contestualmente fruibili online. Il corso ha l'obiettivo di fornire un aggiornamento multidisciplinare sulle principali patologie in ortopedia e traumatologia e il loro trattamento. Offre l'opportunità di fare il punto sulle principali patologie ortopediche dell’adulto e sulle più diffuse patologie traumatiche, ma anche un aggiornamento sulle modalità del loro trattamento.

Il corso

    • Modulo didattico 1 - Coxartrosi e Gonartrosi

      Autore: Giuseppe Castoldi, ASST-Vimercate Ospedale di Carate Brianza Co-autori: Elisabetta Diotti, Enrichetta Tellerini, Massimo Calabrese, Andrea Lauria. La artrosi dell’anca e del ginocchio sono tra le principali patologie ortopediche che possono determinare una importante modificazione della qualità della vita delle persone. Saranno valutati gli aspetti eziopatogenetici, clinici, diagnostica per immagini e trattamento, sottolineando l’importanza della sinergia di cura tra il chirurgo ortopedico, il fisiatra ed il tecnico della riabilitazione, il tecnico ortopedico.
    • Modulo didattico 2 - Problemi vascolari nelle patologie ortopediche

      Autore: Guido Arpaia, ASST-Vimercate Ospedale di Carate Brianza Co-autori: Elisabetta Diotti, Enrichetta Tellerini, Massimo Calabrese, Andrea Lauria. Il coinvolgimento vascolare in patologia ortopedica può assumere differenti aspetti a seconda del tipo di problema scatenante. Nel trauma lo schiacciamento dei tessuti può coinvolgere i vasi cosi come lacerarli in caso di frattura scomposta, la ipomobilità è concausa delle manifestazioni tromboemboliche e degli edemi da disuso di natura flebo-linfatica, le patologie ortopediche possono inoltre entrare nel diagnostico differenziale della claudicatio intermittens, non sempre vascolare. Si affronteranno soprattutto le problematiche inerenti all’inquadramento diagnostico vascolare nell’emergenza, quelle relative alla profilassi antitrombotica, il diagnostico differenziale degli edemi e delle claudicatio.
    • Modulo didattico 3 - Le fratture da fragilità

      Autore: Giuseppe Castoldi, ASST-Vimercate Ospedale di Carate Brianza Co-autori: Elisabetta Diotti, Enrichetta Tellerini, Massimo Calabrese, Andrea Lauria. Con l'invecchiamento della popolazione, l'osteoporosi è divenuta una malattia sempre più frequente e con conseguenze rilevanti sulla salute generale e sui costi sanitari. La riduzione della massa ossea e le alterazioni qualitative dell’osso (macro e micro-architettura) si accompagnano ad un aumentato numero di fratture nella popolazione anziana. In questo modulo saranno affrontati i principali aspetti dell’osteoporosi con le terapie mediche oggi disponibili, e la descrizione e il trattamento delle principali fratture da fragilità ad essa correlate. I loro esiti, spesso invalidanti, richiedono un approccio multidimensionale nel quale la prevenzione dei fattori di rischio per l'osteoporosi e per le cadute e programmi specifici di esercizio fisico hanno un ruolo ancora non sufficientemente riconosciuto e diffuso.
    • Modulo didattico 4 - Le principali distorsioni e lussazioni

      Autore: Giuseppe Castoldi, ASST-Vimercate Ospedale di Carate Brianza Co-autori: Elisabetta Diotti, Enrichetta Tellerini, Massimo Calabrese, Andrea Lauria. Il sistema muscolo-scheletrico è composto dalle ossa, dai muscoli e dai tessuti che li collegano (legamenti, tendini e altro tessuto connettivo, chiamati tessuti molli). Essi danno forma al corpo, lo rendono stabile e ne consentono il movimento. I legamenti, che collegano le ossa tra loro, possono lacerarsi e determinare una distorsione della articolazione interessata. Le ossa che compongono le articolazioni possono separarsi completamente nella lussazione o solo parzialmente nella sublussazione. Queste due patologie traumatiche variano notevolmente per gravità e trattamento richiesto e saranno affrontati in questo modulo aspetti diagnostici e terapeutici.
    • Modulo didattico 5 - Le patologie traumatiche e degenerative della spalla

      Autori: Massimo Gorla, ASST-Monza Ospedale S. Gerardo di Monza Co-autori: Elisabetta Diotti, Enrichetta Tellerini, Massimo Calabrese, Andrea Lauria. La spalla nella sua complessità rappresenta l’articolazione più mobile e una tra le articolazioni più instabili del nostro corpo. Le cause di instabilità e di algia vanno pertanto ricercate sia nelle patologie degenerative, sia in quelle traumatica. Da qui si rende necessaria una precoce e corretta identificazione delle strutture coinvolte al fine di effettuare una diagnosi precoce e definire un trattamento conservativo o chirurgico, ma anche un programma riabilitativo adeguato.
    • Modulo didattico 6 - Le lesioni meniscali e legamentose del ginocchio

      Autore: Massimo Gorla, ASST-Monza Ospedale S. Gerardo di Monza Co-autori: Elisabetta Diotti, Enrichetta Tellerini, Massimo Calabrese, Andrea Lauria. Le lesioni a carico dei tessuti flessibili del ginocchio, come legamento crociato anteriore e menisco, sono frequenti soprattutto tra i praticanti attività sportive. Le conseguenze di tali lesioni sono una probabilità sei volte maggiore di sviluppare osteoartrosi. Inoltre, le lesioni del menisco si sono rivelate un fattore di rischio maggiore rispetto a quelle del legamento crociato anteriore. In questo modulo saranno affrontati gli aspetti clinici e le linee di condotta terapeutica non solo chirurgica ma anche preventiva e riabilitativa.
    • Modulo didattico 7 - Le rotture dei tendini dell’arto superiore

      Autore: Antonio S. Melotto, Libero Professionista Co-autori: Elisabetta Diotti, Enrichetta Tellerini, Massimo Calabrese, Andrea Lauria. La patologia dei tendini dell’arto superiore si divide in due gruppi: traumi ed esiti di traumi e patologia degenerativa. Saranno richiamati alcuni concetti di anatomia funzionale e di biomeccanica applicati alla valutazione clinica delle lesioni. In particolare, sarà sviluppato il percorso diagnostico terapeutico, con focus sui tendini della mano.
    • Modulo didattico 8 - Le lesioni muscolari

      Autore: Giuseppe Castoldi, ASST-Vimercate Ospedale di Carate Brianza Co-autori: Elisabetta Diotti, Enrichetta Tellerini, Massimo Calabrese, Andrea Lauria. Le lesioni muscolari hanno diverse cause. Diversi Autori hanno proposto classificazioni e modalità di accertamento e cura. La loro incidenza nell’attività sportiva varia fra il 10 e il 55% Le lesioni muscolari possono essere determinate da un trauma diretto, più frequente negli sport di contatto (pallacanestro, calcio, rugby) o da un trauma indiretto, più frequente negli sport individuali (tennis, atletica leggera). Esistono diversi fattori che predispongono a queste lesioni e verranno affrontati insieme alla diagnostica strumentale ed ai principi di trattamento da condividere con fisiatri e terapisti della riabilitazione.
  Responsabile Scientifico: Dott. Giuseppe Castoldi

RAZIONALE SCIENTIFICO

Il corso si propone di accrescere le conoscenze e le strategie terapeutiche di alcune delle più frequenti patologie in ambito ortopedico e traumatologico in un’ottica multiprofessionale.

Curriculum vitae

Andrea Lauria

Laureato in Tecniche Ortopediche, in Scienze delle Professioni Sanitarie Tecniche Assistenziali, in Industrial Design e in Design del prodotto Ecocompatibile. Direttore didattico C.d.L. in Tecniche Ortopediche, Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Pavia.

Antonio S. Melotto

Dirigente Medico. Responsabile UOS Chirurgia della mano, ASST Vimercate, UOC Ortopedia e Traumatologia – Ospedale di Carate Brianza (MB).

Elisabetta Diotti

Specialista in Medicina Fisica e Riabilitativa. Dirigente Medico I livello, U.O.S. Medicina fisica e Riabilitazione A.O. Desio e Vimercate.

Enrichetta Tellerini

Infermiera Professionale. Coordinatrice Infermieristica di pronto soccorso, Azienda Ospedaliera-Istituti Clinici di Perfezionamento, Presidio di Sesta San Giovanni.

Giuseppe Castoldi

Laurea in Medicina e Chirurgia e Specialista in Ortopedia e Traumatologia. Direttore Unità Operativa Complessa di Ortopedia e Traumatologia, ASST di Vimercate, Ospedale di Carate Brianza. Professore a contratto Scuola di Specializzazione in Ortopedia e Traumatologia Università Milano-Bicocca.

Guido Arpaia

Specialista in ematologia e in angiologia medica. Responsabile UOS di Angiologia, Azienda Ospedaliera di Desio e Vimercate (MB).

Massimo Calabrese

Fisioterapista, collaboratore fisioterapista presso il reparto di Riabilitazione Specialistica dell'ASST Ovest Milano, presidio di Legnano, specializzato in terapia manuale.

Massimo Gorla

ASST-Monza Ospedale S. Gerardo di Monza. Chirurgia artroscopica di spalla e ginocchio.

Recensioni (0)

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.