logo

Ortognatodonzia 4.0

122,00

Destinatario del corso
*
*
*
*

Offerte

Vantaggi

PIANO FORMATIVO ECM 2020: i moduli sono pubblicati progressivamente sulla rivista "Il Dentista Moderno" e contestualmente fruibili online.
L’Ortognatodonzia è una branca specialistica dell’odontostomatologia in costante evoluzione e aggiornamento. Il corso ha lo scopo di presentare le tecniche più aggiornate ed avanzate che il lettore potrà conoscere e introdurre nella propria attività quotidiana. Nei moduli si dedica ampio spazio alle novità diagnostiche e terapeutiche, tra le quali l’imaging e la diagnostica 3D, la realtà digitalizzata e aumentata, gli scanner facciali e gli attuali orientamenti terapeutici con apparecchiature individualizzate di ultima generazione. Il corso permetterà di acquisire le nozioni di base tecniche e cliniche necessarie per la pianificazione computer assistita dei casi ortognatodontici con le più moderne e attuali tecnologie a disposizione del clinico dando aggiornamento sugli ultimi sviluppi di questa disciplina. I vantaggi che il corso si propone comprendono: la descrizione delle più aggiornate e moderne tecniche e tecnologie digitali; l’apprendimento del workflow clinico e di protocolli ortodontici personalizzati alla luce della descrizione delle nuove tecnologie diagnostiche e delle apparecchiature individualizzate descritte; la possibilità di introdurre le tecniche proposte nella propria attività quotidiana. Vuoi un'anteprima? Scarica il primo modulo GRATIS 

Il corso

    • Modulo didattico 1 - IPOPLASIA TRASVERSA DEL MASCELLARE SUPERIORE: METODICHE DIAGNOSTICHE E TERAPEUTICHE

      Autori: Lucia Giannini, Valentina Lanteri, Guido Galbiati, Luca Esposito, Marco Farronato, Cinzia Maspero. Università degli Studi di Milano, Fondazione Irccs Ca’ Granda, Ospedale Maggiore Policlinico. L’ipolasia trasversa del mascellare superiore è una noxa patogena che può causare una disarmonia morfofunzionale delle varie componenti dell’apparato stomatognatico. Lo scopo di questo lavoro consiste nel descrivere le più aggiornate metodiche diagnostiche e terapeutiche per la correzione di tale disgnazia. Una diagnosi precoce, clinica e radiografica, in giovane età permette di correggere l’ipoplasia trasversa del mascellare superiore tramite disgiunzione palatale ortopedica, ottenendo ottimi risultati da un punto di vista estetico, funzionale e di stabilità a lungo termine. Il ripristino di corretti rapporti anatomici e funzionali, attraverso la terapia ortognatodontica, permette infatti una crescita armonica del giovane paziente. Verranno inoltre descritte le tecniche più aggiornate con relativi vantaggi e svantaggi di ognuna di esse.
    • Modulo didattico 2 - BIOMECCANICA ORTODONTICA ALLA LUCE DELLE NUOVE METODOLOGIE

      Autori: Guido Galbiati, Lucia Giannini, Valentina Lanteri, Cinzia Maspero, Marco Farronato, Luca Esposito. Università degli Studi di Milano, Fondazione Irccs Ca’ Granda, Ospedale Maggiore Policlinico. Lo scopo di questo modulo didattico consiste nel trattare la biomeccanica del movimento dentale applicata alle varie tecniche ortodontiche moderne. Verranno trattati i principi fisici della biomeccanica, le forze di azione e reazione, i momenti e le forze torcenti. Si tratteranno quindi le risposte biologiche agli stimoli e in particolare la migrazione fisiologica degli elementi dentari sottoposti alle differenti forze applicate in ambito ortodontico, la risposta alle forze masticatorie, il riassorbimeto e la neoapposizione ossea. Verranno quindi descritti i vari tipi di movimento ortodontico, le reazioni cellulari conseguenti e i movimenti ortodontici di tipping, torque, intrusione, estrusione, traslazione, rotazione, le reazioni parodontali alle forze ortodontiche congrue ed incongrue.
    • Modulo didattico 3 - ATTUALI ORIENTAMENTI DIAGNOSTICI IN ORTOGNATODONZIA

      Autori: Marco Farronato, Guido Galbiati, Lucia Giannini, Luca Esposito, Valentina Lanteri, Cinzia Maspero. Università degli Studi di Milano, Fondazione Irccs Ca’ Granda, Ospedale Maggiore Policlinico. Lo scopo di questo modulo consiste nel descrivere le più recenti acquisizioni in ambito diagnostico in ortognatodonzia. Importante è la diagnosi clinica e strumentale. Particolare attenzione sarà dedicata alla diagnosi con CBCT a FOV alto e ridotto, alle indagini elettromiografiche ed elettrognatografiche, alla pedana stabilometrica, alla rinomanometria anteriore attiva e passiva. È noto che la tomografia computerizzata in Ortognatodonzia, consentendo di valutare morfologicamente e quantitativamente le basi ossee mascellari, sia un supporto prezioso per l’ortodontista in tutte le fasi di gestione del paziente, in particolare la pianificazione del trattamento e le valutazioni intermedie.
    • Modulo didattico 4 - REALTÀ AUMENTATA E DIGITALIZZATA IN ORTOGNATODONZIA

      Autori: Marco Farronato, Valentina Lanteri, Lucia Giannini, Guido Galbiati, Luca Esposito, Cinzia Maspero. Università degli Studi di Milano, Fondazione Irccs Ca’ Granda, Ospedale Maggiore Policlinico. L’incidenza di errori iatrogeni in campo odontoiatrico e medico è spesso dovuta ad una mancanza di coordinazione tra dati diagnostici e campo operatorio. La collisione con strutture nobili e non, di tipo vascolare, nervoso, linfatico o di altre strutture come i complessi apparati radicali di altri denti è alla base del rischio operatorio. La diagnostica per immagine tridimensionale è un esame fondamentale che viene prescritto per i casi che presentano specificità uniche, elevata difficoltà operatoria ma anche per determinate operazioni di routine che ne rendono imprescindibile l’utilizzo. Attualmente essa può essere eseguita attraverso Cone Beam Computed Tomography (CBCT), Multiple Detector Computed Tomography (MDCT) e Nuclear Magnetic Resonance (NMR). L’informazione ottenuta attraverso diagnostica radiografica è incompleta dal punto di vista clinico e la sua interpretazione non è oggettiva bensì operatore-dipendente. La mancanza di esperienza e la difficoltà di apprendimento rappresentano pertanto un elemento di criticità. In campo odontoiatrico (e più in generale medico) la tecnologia Augmented Reality (AR) sta riscuotendo attenzioni crescenti attraverso l’implementazione di applicativi di vario genere. La metodologia proposta è volta alla riduzione di tali difficoltà in modo semplice, accessibile a tutti con una sostanziale riduzione dei costi. L’invenzione, inoltre, offre importanti soluzioni per quanto riguarda la diffusione e la pianificazione pre ed/od intra-operatori.
    • Modulo didattico 5 - ELASTODONZIA OGGI

      Autori: Valentina Lanteri, Cinzia Maspero, Lucia Giannini, Guido Galbiati, Luca Esposito, Marco Farronato. Università degli Studi di Milano, Fondazione Irccs Ca’ Granda, Ospedale Maggiore Policlinico. Le relazioni tra crescita scheletrica e attività muscolari oro-facciali e le loro ricadute sulla genesi delle malocclusioni è da sempre uno dei temi centrali dell’Ortodonzia. Il lungo percorso della terapia funzionale parte dagli albori dell’Ortodonzia Clinica ed arriva fino ai giorni nostri, attraversando almeno due secoli di progressi scientifici e tecnologici. Nella loro conformazione più diffusa gli apparecchi funzionali hanno in comune la struttura a “monoblocco”, tale cioè da coinvolgere nell’azione terapeutica entrambe le arcate contemporaneamente. L’altra caratteristica comune alla maggior parte dei dispositivi è l’assenza di forze esogene, dal momento che il loro funzionamento è basato sull’utilizzo delle forze prodotte dal sistema stomatognatico stesso. Il presupposto teorico della terapia funzionale si basa sul principio che le forze muscolari generate dalle cosiddette abitudini viziate e dalle parafunzioni abbiano una ricaduta negativa su sviluppo e crescita dell’apparato stomatognatico e del terzo inferiore del volto, influenzando, oltre che la mimica facciale, anche l’estetica del volto. I contributi della letteratura su questo tema sono numerosissimi. Tanto per citare alcuni tra i più celebri funzionalisti, padri della disciplina, ricordiamo i lavori di Kingsley (1879), seguito Pierre Robin, Andresen, Bimler, Balters, Frankel, Cervera, Teuscher, Bass e molti altri, senza dimenticare gli indelebili contributi dei nostri Aurelio Levrini e Mario Bondi. Molto significativi possono essere gli stimoli sulla crescita mascellare e/o mandibolare e l’azione correttiva che molti dispositivi riescono a realizzare, se correttamente costruiti e se si può contare sulla collaborazione del paziente. In caso di correzione di malocclusioni scheletriche di II classe da deficit mascellare, assume un’importanza rilevante la posizione terapeutica scelta dall’Ortodontista (morso di costruzione). In origine, benché non siano mancati esempi di manufatti elastici (caucciù), gli apparecchi funzionali erano costituiti generalmente da strutture rigide o semirigide (monoblocchi in resina o metallo e resina). L’evoluzione di materiali inorganici, elastici e biocompatibili, ha portato in tempi recenti alla ideazione ed alla messa a punto di numerosi dispositivi preformati, in grande maggioranza tipo monoblocco (Froggy, Elastodontic, Trainer, Attivatore pluri-funzionale, Myobraces…..), generando un attivo filone di sviluppo: l’elastodonzia. Sotto questo termine si raggruppano oggi molteplici dispositivi, che si caratterizzano più per gli aspetti comuni che per specifiche funzioni. Le forze leggere ed elastiche permettono di correggere molti aspetti delle malocclusioni in pazienti giovani, influenzando la crescita e contribuendo a controllare i disturbi funzionali (postura linguale, deglutizione atipica, succhiamenti, ecc.), mentre la correzione della posizione dei denti generalmente è indiretta e incompleta. Solo gli Elastomeri di ultima generazione, costruiti sulla base di set up digitali customizzati permettono di eseguire anche un’azione ortodontica vera e propria, con controllo tridimensionale della dentatura.
  Responsabile Scientifico: Prof. Giampietro Farronato

RAZIONALE SCIENTIFICO

Le nozioni contenute nei 5 moduli si basano sulla più recente bibliografia scientifica nazionale e internazionale. Il corso introduce le potenzialità di una diagnostica strumentale innovativa in ortognatodonzia, basata sullo studio dell’imaging tridimensionale sempre più indispensabile tanto per l’ortodontista che per l’odontoiatri di base. A seguire l’attenzione viene concentrata sugli attuali orientamenti terapeutici sempre più indirizzati alla individualizzazione del trattamento e a una strategia terapeutica efficace ed efficiente.

Curriculum vitae

Cinzia Maspero

Laurea in Medicina e Chirurgia, Specializzazione in Odontostomatologia, Specializzazione in Ortognatodonzia. Dirigente Medico di 1° livello – Clinica Odontoiatrica Istituti Clinici di Perfezionamento. Università Degli Studi di Milano, Fondazione Irccs Ca’ Granda, Ospedale Maggiore Policlinico.

Guido Galbiati

Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria, Specializzazione in Ortognatodonzia Clinica. Università Degli Studi di Milano, Fondazione Irccs Ca’ Granda, Ospedale Maggiore Policlinico.

Luca Esposito

Laurea in Medicina e Chirurgia, Specializzazione in Ortognatodonzia. Dirigente Medico di 1° livello – Clinica Odontoiatrica Istituti Clinici di Perfezionamento. Professore a Contratto per il corso di Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria. Università Degli Studi di Milano, Fondazione Irccs Ca’ Granda, Ospedale Maggiore Policlinico.

Lucia Giannini

Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria, Specializzazione in Ortognatodonzia Clinica. Professore a Contratto per la Scuola di Specializzazione in Ortognatodonzia. Università Degli Studi di Milano, Fondazione Irccs Ca’ Granda, Ospedale Maggiore Policlinico.

Marco Farronato

Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria, Specializzando in Ortognatodonzia Clinica. Università Degli Studi di Milano, Fondazione Irccs Ca’ Granda, Ospedale Maggiore Policlinico.

Valentina Lanteri

Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria, Diploma di Perfezionamento in Ortognatodonzia Clinica, Specializzanda in Odontoiatria Pediatrica. Università Degli Studi di Milano, Fondazione Irccs Ca’ Granda, Ospedale Maggiore Policlinico.

Recensioni (0)

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.