logo

Citrus

Trattato di agrumicoltura

cartaceoepubpdf
Formato57,00€ 54,15€--
Formato : Cartaceo
Clear selection
  • Edizione: I
  • Pagine: 488
  • ISBN: 978-88-506-5272-3
  • Rilegatura: Brossura con alette
  • Formato: 19,50 x 26,00 cm
  • Editore: Edagricole - New Business Media
  • Data di Pubblicazione: 06/2009

Descrizione

Gli agrumi rappresentano una coltivazione di notevole importanza economica e di conseguenza innescano interessi su scala mondiale. L’Italia è ed è stata in passato un leader mondiale del settore, che risulta essere caratterizzato negli ultimi anni da radicali cambiamenti.

Questo trattato si rivolge a tecnici, produttori ma anche studenti, con l’obiettivo di aiutare a possedere le conoscenze necessarie ad una razionalizzazione del processo produttivo. All'opera hanno collaborato i maggiori esperti della materia e sono stati affrontati i principali temi riguardanti la pianta e la sua genetica, le varietà e i portinnesti, le tecniche vivaistiche e colturali, le attività connesse alla meccanizzazione e alla trasformazione.

Una parte cospicua è dedicata al clima, alla conoscenza delle avversità biotiche e abiotiche e agli strumenti necessari per il loro controllo. Non manca, naturalmente, un preciso inquadramento storico, paesaggistico ed economico.

Indice: Gli agrumi nella storia - Principali paesi produttori e destinazione del prodotto - Lo scenario economico in Italia - Gli agrumi nei giardini storici - Paesaggi degli agrumi - Tassonomia - Anatomia e morfologia - Fisiologia dello sviluppo - Limone e limone-simili - Arancio - Mandarini e mandarino-simili - Pomelo, pompelmo e ibridi - Lime e limette - Altri agrumi - Agrumi ornamentali - La situazione del portinnesto in Italia - Certificazione e vivaismo - l miglioramento genetico degli agrumi: metodi tradizionali e innovativi - Agrometeorologia e modellistica - Climatologia e agrumicoltura - Scelta e cura del suolo -Impianto, allevamento, potatura - Nutrizione minerale e fertilizzazione - Irrigazione - Meccanizzazione delle coltivazioni - Gestione post-raccolta - Mezzi e strategie di lotta contro i fitofagi degli agrumi - Gli insetti fitofagi degli agrumi - Gli acari fitofagi degli agrumi - Nematodi, molluschi e mammiferi fitofagi degli agrumi - Il controllo biologico degli insetti fitofagi degli agrumi - Mezzi biotecnici per il controllo degli insetti fitofagi degli agrumi - Principali malattie causate da funghi e batteri - Virus, viroidi e procarioti endogeni degli agrumi - Principali avversità non parassitarie - Qualità dei frutti e dei succhi - Gli oli essenziali agrumari - Le acque reflue agrumarie e i sottoprodotti dell’industria di trasformazione - I sottoprodotti dell’industria di trasformazione: il pastazzo di agrumi.

Gli Autori: Agustí Fonfria Manuel, Instituto Agroforestal Mediterraneo, Universidad Politécnica, Valencia (Spagna) - Barbera Giuseppe, Dipartimento di Colture arboree, Università degli studi di Palermo - Barone Francesca, Dipartimento SENFIMIZO, Università degli studi di Palermo - Blandini Giacomo, Dipartimento di Ingegneria agraria, Università degli studi di Catania - Bonsignore Carmelo, Dipartimento OASI, Università degli studi mediterranea di Reggio Calabria - Calabrese Francesco, Dipartimento SENFIMIZO, Università degli studi di Palermo - Caruso Angelo, CRA-ACM, Centro di ricerca per l’Agrumicoltura e le col-ture mediterranee di Acireale (CT) - Catara Antonino, Dipartimento di Scienze e Tecnologie Fitosanitarie, Università degli studi di Catania - Colazza Stefano, Dipartimento SENFIMIZO, Università degli studi di Palermo - Dimino Giuseppe, Dipartimento Interventi infastrutturali, Area II, Studi e programmazione, Regione Siciliana, Assessorato Agricoltura e foreste - Drago Antonino, Dipartimento Interventi infastrutturali, Area II, Studi e programmazione, Regione Siciliana, Assessorato Agricoltura e foreste - Fatta Del Bosco Giovanni, Dipartimento SENFIMIZO, Università degli studi di Palermo - Federico Stefano, Istituto di Scienze dell’atmosfera e del clima, Consiglio nazionale delle ricerche, Lamezia Terme (CZ) - Germanà Maria Antonietta, Dipartimento SENFIMIZO, Università degli studi di Palermo - Kapranas Apostolos, Department of Entomology, University of California, Riverside 92521 (USA) - Intrigliolo Francesco, CRA-ACM, Centro di ricerca per l’Agrumicoltura e le col-ture mediterranee, Acireale (CT) - Lanza Giacomo, CRA-ACM, Centro di ricerca per l’Agrumicoltura e le col-ture mediterranee, Acireale (CT) - Liotta Giovanni, Dipartimento SENFIMIZO, Università degli studi di Palermo - Pensabene Bellavia Giovanni, IVIA (Instituto Valenciano de investigación agraria), Moncada, Valencia (Spagna) - Peri Ezio, Dipartimento SENFIMIZO, Università degli studi di Palermo - Poiana Marco, Dipartimento BIOMA, Università degli studi mediterranea di Reggio Calabria - Rapisarda Paolo, CRA-ACM, Centro di ricerca per l’Agrumicoltura e le col-ture mediterranee, Acireale (CT) - Recupero Santo, CRA-ACM, Centro di ricerca per l’Agrumicoltura e le col-ture mediterranee, Acireale (CT) - Reforgiato Recupero Giuseppe, CRA-ACM, Centro di ricerca per l’Agrumicoltura e le col-ture mediterranee, Acireale (CT) - Rizza Serena, Dipartimento di Scienze e Tecnologie Fitosanitarie, Università degli studi di Catania - Roccuzzo Giancarlo, CRA-ACM, Centro di ricerca per l’Agrumicoltura e le col-ture mediterranee, Acireale (CT) - Russo Giuseppe, CRA-ACM, Centro di ricerca per l’Agrumicoltura e le col-ture mediterranee, Acireale (CT) - Sardo Ignazio Vito, Dipartimento di Ingegneria agraria, Università degli studi di Catania - Schimmenti Emanuele, Dipartimento ESAF, Università degli studi di Palermo - Strano Maria Concetta, CRA-ACM, Centro di ricerca per l’Agrumicoltura e le col-ture mediterranee, Acireale (CT) - Tamburino Vincenzo, Dipartimento DISTAFA, Università degli studi mediterranea di Reggio Calabria - Vacante Vincenzo, Dipartimento OASI, Università degli studi mediterranea di Reggio Calabria - Zema Demetrio Antonio, Dipartimento DISTAFA, Università degli studi mediterranea di Reggio Calabria - Zimbone Santo Marcello, Dipartimento DISTAFA, Università degli studi mediterranea di Reggio Calabria

Biografia

Francesco Calabrese

Francesco Calabrese è docente di Frutticoltura delle specie sempreverdi nell'Università di Palermo ed in passato ha insegnato a lungo Agrumicoltura e Frutticoltura tropicale e subtropicale. Si è specializzato in agrumicoltura nell'Università di California e in stazioni sperimentali etere. Ha soggiornato a lungo fuori Italia per ricerca e insegnamento. E' stato consulente scientifico in istituzioni internazionali e nazionali (FAO, Ministero, Regione Sicilia). Coordinatore di progetti di ricerca internazionali e nazionali, è uno dei rappresentanti italiani all'International Committee dell'International Citrus Society. E' autore di numerose pubblicazioni e libri sull'agrumicoltura e sulla frutticoltura esotica, anche in lingua inglese e spagnola.

Vincenzo Vacante

Vincenzo Vacante è professore ordinario di Entomologia generale e applicata presso l'Università degli studi Mediterranea di Reggio Calabria. Si occupa a livello specialistico di Acarologia e di difesa biologica e integrata delle foreste e delle colture agrarie mediterranee. E' stato converner del Working Grupo "Integrated Control in Citrus Fruits Crops" dell'OILB (Organizzazione Internazionale di Lotta Biologica) ed ha collaborato con la Commissione delle Comunità Europee e con l'ACTA (Association de Coordination Technique Agricole) per la messa in opera della rete europea ETIC nell'area mediterranea. Ha tenuto corsi e conferenze in diversi Centri di ricerca ed università europee ed è membro dell'editorial board di riviste italiane (Protezione delle colture) e straniere (Acarologia). Dal 2007 è direttore della Scuola di dottorato dell'Università di Reggio Calabria. E' autore di circa 190 lavori, tra cui i volumi "Difesa fitosanitaria in agricoltura biologica" e "Difesa delle colture in serra" editi da Edagricole e "Citrus Mites" edito da CABI Publishing.

Recensioni (0)