logo

Aggiornamenti di gastroenterologia per il farmacista

  • Obiettivo Formativo: 10
  • Durata in ore: 15
  • Erogazione corso: Online
  • Data inizio: 15/01/2020
  • Da fruire entro: 31/12/2020
  • Destinatari: Farmacisti

122,00

Destinatario del corso
*
*
*
*

Offerte

Vantaggi

PIANO FORMATIVO ECM 2020: i moduli sono pubblicati progressivamente sulla rivista "Tema Farmacia" e contestualmente fruibili online. Sapere consigliare i supporti appropriati (terapeutici, educazionali, comportamentali, di prevenzione), definire le opportunità ed i limiti dell’intervento del Farmacista territoriale relativamente alle patologie ed ai disturbi funzionali trattati. Fornire al Farmacista territoriale utili indicazioni per permettere la gestione della problematica sanitaria in atto a livello domiciliare, indirizzare il paziente ai servizi di medicina generale, medicina specialistica oppure direttamente a struttura ospedaliera. Sviluppo di casi pratici, schemi didattici e documentazione fotografica a supporto della trattazione degli argomenti.

Il corso

    • Modulo didattico 1 - L’asse cervello-intestino-microbioma in salute e malattia

      Autore: Costantino De Giacomo. Un intenso scambio di informazioni tra i nostri 2 cervelli, il primo centrale ed il secondo localizzato a livello dell’apparato digerente, connessi in un network di scambio di stimoli, di risposte sensitive, motorie, secretorie, immunitarie, costituisce l’asse neurologico di regolazione delle funzioni digestive e non solo. Si sono recentemente aggiunti ulteriori protagonisti, come il microbioma, di fatto l’organo biologicamente e geneticamente più grande del corpo umano ed il sistema immune della mucosa intestinale con le sue interazioni con l’alimentazione, dall'altra le conseguenze di uno squilibrio di questo asse, che dai microbi al cervello si sono estese al di fuori dei confini digestivi, coinvolgendo altri organi e apparati del nostro corpo.
    • Modulo didattico 2 - La patologia ulcero-peptica delle prime vie digestive

      Autore: Costantino De Giacomo. La malattia ulcero-peptica è una delle più frequenti patologie digestive del tratto superiore. Classicamente intesa come malattia localizzata a livello gastroduodenale, ha negli ultimi decenni visto una diminuzione della sua prevalenza legata all'epidemiologia del principale fattore associato, ovvero l’Helicobacter pylori ed all'esistenza di efficaci cure eradicanti e antisecretive. Per contro, sono certamente aumentati i disturbi e le lesioni esofagee legate alla malattia da reflusso gastroesofageo, che si può considerare una delle patologie di rilevanza maggiore sia sanitaria che mediatica.
    • Modulo didattico 3 - Lo spettro delle malattie glutine-dipendenti

      Autore: Costantino De Giacomo. Dalla celiachia alla sensibilizzazione al glutine, passando per l’allergia al grano: un notevole incremento delle segnalazioni scientifiche di sintomi e danni indotti dal glutine e/o da nutrienti presenti nel grano alla base di un “camaleonte clinico” dallo spettro sempre più ampio. Il risultato è un aumento esponenziale di persone che assumono prodotti privi di glutine per motivi più o meno validati e per periodi di tempo più o meno lunghi. Conoscere le basi concettuali delle varie forme serve a evitare la prescrizione di esami, l’indicazione di diete incongrue, che spesso assumono carattere di fenomeno di moda pseudosanitaria.
    • Modulo didattico 4 - I disturbi digestivi funzionali dell’intestino

      Autore: Costantino De Giacomo. I motivi più frequenti di ricorso al Gastroenterologo sono i cosiddetti disturbi digestivi funzionali, un insieme di sintomi prevalentemente soggettivi, che si presentano a tutte le età della vita ed in alcuni casi sono specifici per una determinata età e che non hanno alle spalle anomalie strutturali o biochimiche dimostrabili. Ciononostante, la loro rilevanza epidemiologica e l’impatto sui servizi sanitari e sui costi correlati è talmente rilevante, che non possono essere trascurati o considerati come delle non malattie. Alla loro origine, si riscontrano anomalie più o meno conosciute delle interazioni tra i vari nodi del network cervello-intestino-microbiota, con la presenza ingombrante di un fattore esogeno come la dieta.
    • Modulo didattico 5 - Farmacosorveglianza in ambito gastroenterologico

      Autore: Francesco Carlo Gamaleri. In questo modulo conclusivo, vengono affrontate le problematiche connesse con i percorsi di cura trattati nei capitoli precedenti e non, attraverso la chiave di lettura del rapporto rischio/beneficio che contraddistingue sempre la vita del farmaco (da prescrizione medica o di automedicazione), essenziale strumento di cura e mai “bene di consumo”. Ogni operatore sanitario, incluso naturalmente anche il Farmacista di comunità, sia professionalmente che deontologicamente, è chiamato ad essere “sentinella” del farmaco ed è deputato, nei modi e nei tempi previsti dalle disposizioni di legge, ad effettuare segnalazioni di sospetta reazione avversa da farmaco o vaccino alle Autorità competenti. La trattazione darà inoltre spazio all'uso ed abuso di alcune classi di farmaci frequentemente utilizzati in ambito gastroenterologico (antiacidi, lassativi, antibiotici) ed alle indicazioni di alcuni vaccini (anti-rotavirus, anti-salmonella, anti-colera).
Responsabili Scientifici: Costantino De Giacomo e Francesco Carlo Gamaleri

RAZIONALE SCIENTIFICO

Le occasioni per le quali una paziente cerca il sostegno del Farmacista di comunità per affrontare problemi di salute di pertinenza gastroenterologica sono frequenti. La conoscenza delle basi fisiologiche delle patologie e dei disturbi funzionali sviluppati nel percorso formativo risulta utile sia per valutare la normalità della condizione, sia per cercare di prevenirne conseguenze evolutive e subdole nelle diverse fasi della vita: dalla patologia ulcero-peptica, alla malattia celiaca con le sue varianti, ai disturbi digestivi funzionali dell’intestino (sindrome dell’intestino irritabile, stipsi), senza trascurare le relazioni tra il microbioma e il nostro organismo che lo ospita. Conoscere e saper valutare i sintomi più importanti di alcune frequenti problematiche sanitarie di pertinenza gastroenterologica, permetterà infine di ottimizzare i supporti appropriati (terapeutici, comportamentali e nutrizionali) e definire le opportunità ed i limiti dell’intervento del Farmacista territoriale, secondo criteri di corretta farmacoutilizzazione e farmacovigilanza. Il percorso didattico formativo è corredato da casi pratici, schemi didattici e documentazione fotografica a supporto della trattazione.

Curriculum vitae

Costantino De Giacomo

Direttore Dipartimento Materno Infantile. Direttore S.C. Pediatria Ospedale Niguarda Cà Granda – Milano.

Francesco Carlo Gamaleri

Farmacista territoriale. Corso di Perfezionamento in Farmacovigilanza. Medico Chirurgo. Specialista in Pediatria Preventiva e Puericultura.

Recensioni (0)

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.